Può la cabina ascensore diventare la protagonista nei progetti di modernizzazione degli edifici?

 

Fabrizio Nicoli, Amministratore Delegato di NOVA Elevators e Presidente Onorario ANICA, ha condiviso la sua esperienza pluriennale nell’articolo proposto in basso nella rassegna stampa.

Il contributo è stato pubblicato nel volume “Come Funziona: Modernizzazioni” distribuito in anteprima ai lettori internazionali durante Interlift 2019.

La cabina è l’unica componente dell’impianto di elevazione visibile all’utilizzatore finale, ed ha su quest’ultimo un effetto simile a quello, per esempio, dell’abitacolo dell’automobile: è su questo elemento che l’acquirente può manifestare, più o meno liberamente, idee e fantasie estetiche”. (…)

“Sebbene per l’utilizzatore finale la cabina rappresenti “l’ascensore” nel suo insieme, nella realtà esso si compone di macro componenti il cui valore tecnologico è ben superiore a quello della cabina stessa (…). Talvolta il cliente richiede un risultato estetico-funzionale adeguato alla destinazione d’uso che abbia un giusto impatto pratico, come nel caso di ristrutturazioni o modernizzazioni di edifici esistenti, (…).

È in queste applicazioni che la cabina, da Cenerentola tra i componenti dell’ascensore, si trasforma in principessa: la cabina che identifica l’impianto stesso, una sineddoche che con le proprie finiture e qualità dà smalto a tutto ciò che, dell’ascensore, l’utilizzatore non vedrà mai” (…).


 

“Capitolo 5 | La cabina: protagonista delle modernizzazioni”, Fabrizio Nicoli, NOVA Elevators. Articolo pubblicato su ELEVATORI MAGAZINE, speciale “Come Funziona: Modernizzazioni”, ottobre 2019

Leggi l’articolo integrale: